CORO GIOVANILE SARDO

REGOLAMENTO INTERNO

PREMESSA

La Fersaco istituisce il coro giovanile sardo, con l’intento di creare un’eccellenza, che svolga una attività artistica dall’alto carattere formativo.
Questo regolamento intende gestite l’attività di detto coro.

IL DIRETTORE

La direzione del CGS è affidata a due maestri. Uno esperto e uno giovane. Saranno eletti: il giovane tramite concorso per titoli ed esami, mentre l’esperto tramite chiamata diretta su proposta della commissione artistica ratificata dal direttivo. Il direttore giovane può avere al massimo 32 anni. Qualora non sussistano le condizioni per la nomina del direttore Senior (economiche, logistiche e di disponibilità) la commissione artistica assume in toto questo ruolo.

DIREZIONE ARTISTICA

La direzione artistica del CGS è compito della Commissione artistica della Fersaco.

Affiancherà il lavoro del direttore fungendo da supporto, sostituendo il direttore in caso di sua assenza e supportandolo all’occorrenza.

COLLABORATORI ARTISTICI ZONALI

Qualora lo ritenga opportuno la Commissione artistica della Fersaco di concerto col direttore del CGS chiederà la collaborazione di altre figure esterne alla commissione per svolgere compiti di collaboratore zonale. Il lavoro di tale figure sarà quello di insegnare le parti dei brani o altro concordato all'evenienza. Il tutto per evitare il più possibile gli spostamenti da parte dei coristi che generalmente sono studenti.

COMPITI

La Commissione Artistica della FERSACO, insieme al direttore del CGS, decide su:

- composizione del coro;
- repertorio;
- modalità di svolgimento delle prove;
- concerti da effettuare o rifiutare secondo criteri artistici e di immagine ritenuti logici;
- collaborazioni eventuali con altre forze artistiche;
- eventuali periodi di pausa;
- tutte le cose che riguardano l’attività del coro in generale, per es. stampe di ogni genere ecc. e di tutte quelle cose che riguardano la cura dell’immagine (dal logo, alla divisa ecc).

La Commissione artistica e il direttore del CGS altresì:

- Propongono al consiglio di amministrazione, eventuali provvedimenti disciplinari a carico di coristi che non abbiano un comportamento consono all’attività e all’immagine del coro. In casi urgenti e per gravi ragioni disciplinari, possono allontanare temporaneamente un corista dall’attività.

IL CORO - IL CORISTA

Possono entrare a far parte del coro, solo quei coristi appartenenti ai cori iscritti alla FERSACO previa presentazione della domanda di iscrizione e audizione effettuata dalla C.A. insieme al direttore. Avranno precedenza i coristi già in organico. Possono iscriversi inoltre coristi esterni, purché paghino la quota singola di iscrizione alla FERSACO (60 euro). Questo per favorire l’ingresso nel coro di giovani che risiedono in zone dove non c’è un coro iscritto o dove proprio non c’è un coro. Non possono avere meno di diciotto e non oltre 30 anni di età alla data dell’audizione. Devono evidenziare al Direttore e alla commissione artistica, la passione per il canto in generale, chiare doti vocali e interpretative, margini di miglioramento tecnico, la dedizione e l'impegno necessari, e infine che siano persone disposte al sacrificio e inclini alla vita di gruppo. Non è tollerata nessuna assenza alle prove e ai concerti, se non per seri motivi. Durano in carica 2 anni.

IL REFERENTE

Relativo alla parte logistico-organizzativa, sarà nominato un referente del coro, preferibilmente tra i componenti del consiglio di amministrazione della Fersaco o in caso di indisponibilità può essere anche un esterno all’associazione. Si occuperà di tutti gli aspetti organizzativi relativi all’attività del coro (presenze/assenze coristi, organizzazione trasferte ecc ecc).

RIMBORSI SPESA

I rimborsi spesa sono contemplati qualora il coro abbia delle autonome entrate economiche che andranno a creare la cassa del CGS. Andranno a coprire solo le spese documentate in misura proporzionale alla spesa stessa e alle presenze dei coristi alle prove e agli appuntamenti ritenuti ufficiali dalla CA e dal direttore.

CONSIDERAZIONI FINALI

Chi ha la passione per la coralità e l’esigenza di trasmettere emozioni tramite la musica, trova di per sé gratificazione svolgere la sua attività corale. Il presente regolamento non vuole, ne può, prevedere regole per ogni fattispecie. Tuttavia anche per quelle espressamente previste, esso va applicato e rispettato alla luce del BUON SENSO!

Regolamento in formato pdf

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.